IL PEDIATRA CONSIGLIA

LINEE GUIDA DEI CORPI ESTRANEI

La naturale curiosità dei bambini fa si che l'ingestione di corpi estranei sia frequente nei pazienti pediatrici. L'età più interessata è tra i 2 e 6 anni, senza differenza di incidenza tra i 2 sessi. Lo scopo di questo articolo è quello di evidenziare quali sono i tempi, le sedi anatomiche e i corpi estranei che richiedono la rimozione e, come e quando, fare le indagini strumentali. La rimozione si può fare in EMERGENZA ENTRO 2 ORE. URGENZA ENTRO 24 ORE. ELEZIONE ANCHE DOPO DIVERSE SETTIMANE. Il tipo di rimozione è dettato dal tipo di corpo estraneo e dalla sede anatomica. Per quanto riguarda la sede anatomica: tutti i corpi estranei che sono localizzati in Esofago vanno rimossi in EMERGENZA. Per quanto riguarda lo stomaco il tipo di rimozione è condizionato dalla natura del corpo estraneo. In caso di batterie a bottone, magneti multipli, oggetti contenenti piombo, corpi estranei vulneranti (rischio di perforazioni), questi vanno rimossi in EMERGENZA. Le batterie a stilo si possono estrarre anche in 24-48. I corpi estranei non vulneranti come ad es. le monete vanno rimossi in ELEZIONE. Ricordarsi che il piombo è contenuto in alcuni giochi per bambini, accessori di abbigliamento, ciondoli. L'RX va effettuato sempre sia per la conferma sia per individuare possibili complicanze.

Dott. Giacomo Tinervia

Per scegliere la metodica migliore nell'identificazione di eventuali corpi estranei nel nostro organismo bisogna intanto avere un sospetto fondato sul tipo di corpo estraneo che dobbiamo ricercare. Per esempio se il corpo estraneo è metallico la semplice Radiografia è capace di individuarne la presenza in maniera molto efficace e sicura; se il corpo estraneo però non è metallico (legno, plastica, vetro...) la Radiografia non è capace di evidenziarlo con certezza e pertanto, nel fondato sospetto, sarà necessario approfondire con altre indagini, tra cui la gastroscopia o la TAC. Attenzione, nella ricerca di corpi estranei ingeriti l'Ecografia dell'addome non deve essere utilizzata in quanto non è utile, perché corpi estranei anche di grosse dimensioni non sono visibili. L'ecografia è invece molto utile nella ricerca di spine, schegge o altri corpi estranei nel contesto dei tessuti molli sotto cutanei.

Dott. Massimo Abate