IL PEDIATRA CONSIGLIA

MALATTIA DELL’ANCA QUANDO SOSPETTARLA

MALATTIA DELL’ANCAQUANDO SOSPETTARLA

In età pediatrica sono relativamente frequenti alcune malattie che interessano le ossa. Alcune devono essere diagnosticate in tempo utile al fine di evitare un peggioramento che potrebbe portare ad esiti irreversibili con peggioramento della qualità della vita. Verrà trattata la forma morbosa più frequente che interessa  l'età pediatrica: La malattia di PetrthesIl morbo di Perthes, è una malattia caratterizzata da un'interruzione del flusso di sangue diretto alla testa del femore. Tale interruzione fa sì che la testa del femore vada incontro, prima, a un indebolimento e, poi, a una rottura. Come nelle normali fratture ossee, alla frattura della testa del femore fa seguito un processo di saldatura; tuttavia questa saldatura è soltanto temporanea, in quanto l'interruzione del flusso sanguigno e il successivo indebolimento osseo tendono a ripresentarsi. La frattura ossea della testa del femore impone al paziente di stare a riposo assoluto. Con l'immobilità forzata, i muscoli inutilizzati riducono il loro volume (ipotrofia). L'ipotrofia emerge dal confronto tra l'arto inferiore malato con quello sano. Talvolta, il processo di saldatura ossea conseguente alla frattura  può avvenire in maniera errata. Ciò fa sì che la testa del femore assuma, in modo permanente, una conformazione anomala - in genere perde la propria naturale rotondità - e che non si articoli più perfettamente con l'acetabolo. La comparsa di una siffatta alterazione potrebbe rendere necessario, in età adulta, l'intervento di protesi d'anca. Si comprende come sia necessario fare diagnosi precoce in modo che con le terapie specifiche (che all'inizio  sono conservative come la fisioterapia, il riposo, antidolorifici) si eviti che i danni alla testa del femore possano peggiorare e portare inevitabilmente a ricorre alla chirurgia. Quando bisogna sospettare questa malattia: se siamo presenti soprattutto difronte ad un soggetto di sesso maschile di età compresa tra i 3-9 anni che presenta zoppia. È bene sottolineare il fatto che spesse volte i bambini che hanno malattie che interessano l'articolazione dell'anca non riferiscono dolore e se viene accusato non viene indicato all'inguine ma spesso al ginocchio o all'interno della coscia. Per la diagnosi un ruolo centrale riveste la semplice radiografia dell'anca che spesso è già in grado di condurre ad una corretta diagnosi; nel fondato sospetto della malattia la RX è costantemente integrata dalla RM che rispetto alla radiografia ha maggiore sensibilità e specificità e consente una più precisa valutazione dell'estensione della lesione.

dott. Giacomo Tinervia

dott. Massimo Abate